Carnevale Ambrosiano
Carnevale Ambrosiano - Vista Duomo

Carnevale Ambrosiano

perché si festeggia una settimana in “ritardo”?

Il Carnevale è una festa di tradizione cristiana, in particolar modo cattolica, che segna l’inizio della Quaresima. I festeggiamenti, come tutti sappiamo, si svolgono in pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e scherzosi, ma la caratteristica principale è sicuramente l’uso delle maschere.

Secondo la più accreditata interpretazione, il termine deriverebbe dal latino carnem levare (eliminare la carne), ovvero il banchetto che si teneva il Martedì Grasso, subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima.

In tutta Italia e nel Mondo i festeggiamenti principali avvengono il Giovedì Grasso e il Martedì Grasso (anche se il periodo carnevalesco inizierebbe già il giorno successivo all’Epifania); quest’ultimo segna anche la fine dei festeggiamenti, dato che la Quaresima inizia il giorno successivo, il Mercoledì delle Ceneri.

Le caratteristiche maschere di venezia

I carnevali più Famosi

Il Carnevale più famoso al mondo è sicuramente quello di Rio de Janeiro, caratterizzato dalle sfilate delle scuole di samba per le vie della città; mentre in Europa è molto importante quello di Colonia, in Italia invece hanno una notorietà anche internazionale il Carnevale di Venezia (caratterizzato dal Volo dell’Angelo in Piazza San Marco e dalle maschere tipiche) e il Carnevale di Viareggio (di cui sono molto famosi i carri allegorici); degni di nota sono anche il Carnevale di Acireale e quello di Ivrea.

Ma un Carnevale particolare è sicuramente quello Ambrosiano (celebrato a Milano e nei comuni limitrofi), perché viene festeggiato con una settimana di “ritardo” rispetto al resto d’Italia e del mondo.

La spiegazione del perché avviene ciò è in realtà molto semplice. La città meneghina segue, infatti, il rito ambrosiano, per il quale la Quaresima non ha inizio con il Mercoledì delle Ceneri, bensì con la domenica successiva ad esso, ed è per questo che il giorno dedicato ai festeggiamenti è il Sabato e non il Martedì Grasso.

Esiste, però, una leggenda sul perché i milanesi festeggino il Carnevale in “ritardo” (ed è sempre affascinante credere alle leggende!). Si narra, infatti, che Sant’Ambrogio (ai tempi Vescovo e oggi partono del capoluogo lombardo) fosse impegnato in un pellegrinaggio e chiese alla popolazione di aspettare il suo ritorno per iniziare le liturgie quaresimali, posticipando così anche la fine del Carnevale.

Leggenda o no, il Carnevale a Milano si festeggerà sempre in “ritardo”

-Samuele Alfano-

maschere, coriandoli e stelle filanti. L'emblema del carnevale moderno
Il simbolo del carnevale moderno: maschere, coriandoli e stelle filanti

Boarding Pass, Please! Ogni lunedì dalle 11 alle 12 su RCB Radio

Lascia un commento