You are currently viewing HALLOWEEN – Le tradizioni nel mondo

HALLOWEEN – Le tradizioni nel mondo

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Ricorrenze
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Come viene celebrato Halloween? Scopri insieme a RCB 5 tradizioni nel mondo per la festa più spaventosa dell’anno

Se pensiamo ad Halloween ci vengono subito in mente le tradizioni statunitensi: le maschere mostruose, le zucche intagliate, i bambini in giro per la città a fare scorta di dolcetti a suon di “Dolcetto o scherzetto?”… Eppure, nel mondo, esistono svariati modi diversi per celebrare la notte più mostruosa dell’anno.

Le origini e le celebrazioni attuali negli U.S.A.

Prima di scoprire le tradizioni di Halloween più particolari nel mondo partiamo dalle origini di questa festa.

Halloween trae le proprie origini da una festa pagana di origine celtica, il Samhain, che ha luogo tradizionalmente tra l’equinozio d’autunno e il solstizio d’inverno. Secondo la tradizione, durante questo periodo gli spiriti raggiungevano la Terra e i Celti, per scacciarli, accendevano lanterne e indossavano abiti spaventosi.

A partire dall’VIII Secolo, quando Papa Giorgio III dedicò il primo Novembre alla festa di Ognissanti, le tradizioni di Samhain vennero racchiuse in una sola giornata, quella di All Hallows’ Eve (Vigilia di Tutti i Santi, in seguito Halloween).

Le modalità di festeggiamento che oggi conosciamo nacquero però solo quando gli irlandesi emigrarono verso gli Stati Uniti e portarono con se le tradizioni di questa festa. Da quel momento i bambini, ogni anno, si divertono ad andare in giro per la città travestiti da mostri e gli adulti al tempo stesso passano il loro tempo ad addobbare la loro casa nel modo più spaventoso possibile!

USA
Una casa negli USA addobbata ad hoc per la notte di Halloween

Halloween nel mondo

Nonostante tutto ciò, ogni Paese nel mondo ha le proprie tradizioni per festeggiare Halloween. Scopriamo ora insieme 5 tradizioni di 5 Paesi nel mondo.

Irlanda

Per parlare di Halloween dobbiamo partire dal Paese dove tutto ebbe inizio: l’Irlanda. Qui la festa è particolarmente sentita proprio perché si riscoprono le origini celtiche degli antenati.

Sono molte le similitudini con le celebrazioni degli USA: zucche intagliate, trick or treat, maschere mostruose. Ci sono, però, alcuni elementi che rimandano al Samhain originale: ad esempio i falò davanti agli ingressi delle case utili a scacciare gli spiriti maligni. Altri elementi caratteristici sono gli spettacoli pirotecnici e le sfilate in maschera.

Halloween Irlanda
Un falò del Samhain

Scozia

Anche se le tradizioni di Halloween di Irlanda e Scozia si assomigliano molto (entrambi sono Paesi di origine celtica), ci sono ovviamente alcune differenze.

Oltre alle zucche, qui i bambini sono soliti intagliare anche le rape e uno dei giochi più diffusi, sempre tra i bambini, è quello di riuscire ad addentare delle focaccine alla ciliegia penzolanti senza utilizzare né mani né vista.

I più giovani seguono l’antica tradizione del guising: si travestono da spiriti e vagano per le città alla ricerca di frutta e monete.

Infine, una tradizione molto romantica: le coppie lanciano una noce in un falò per scoprire come andrà il loro matrimonio. Se la noce si apre silenziosamente il matrimonio sarà sereno e tranquillo, se la noce emette dei rumori il matrimonio sarà difficile e tormentato.

Halloween Scozia
La tradizione del guising in Scozia

Austria

La prima differenza con gli altri Paesi è che in Austria le celebrazioni di Halloween durano una settimana intera. Questa settimana prende il nome di Seleenwoche, o Settimana dei Morti, e dura dal 30 Ottobre all’8 Novembre.

La tradizione principale è quella di lasciare fuori dalla porta, la notte del 31 Ottobre, una lanterna con pane e acqua destinata alle anime che vagano sulla Terra in questo periodo.

Anche in Austria è presente la tradizione delle zucche, ma in questo caso non vengono intagliate, bensì vengono coltivate e poi cucinate e mangiate nei più svariati modi.

HAlloween Austria
Le lanterne della Seleenwoche

Giappone

Ci spostiamo ora in estremo Oriente, dove i giapponesi celebrano i morti durante l’Obon Festival che ha luogo tra Luglio e Agosto.

La notte del 31 Ottobre è solo un’occasione in più per gli adulti per travestirsi e per fare festa, infatti Halloween qui non è per niente diffusa tra i bambini.

La particolarità è il modo in cui la festa di Halloween abbia raggiunto il Giappone: nel 1997 Disneyland Tokyo organizzò il primo evento a tema e da quel momento le celebrazioni si sono diffuse sempre di più soprattutto nelle grandi città come Tokyo e Osaka.

Halloween Tokyo
Disneyland Tokyo tematizzato per Halloween

Italia

Halloween, in Italia, fonde le tradizioni celtiche a quelle statunitensi: le maschere, le zucche, il “dolcetto o scherzetto”, ma anche le feste a tema nei locali e nei parchi divertimenti.

Oltre a tutto ciò, castelli e catacombe organizzano tour per offrire un’esperienza diversa e sicuramente spaventosa.

I luoghi migliori in cui passare la notte di Halloween sono Corinaldo (Ancona, Marche), dove è possibile assistere alla Festa delle Streghe, Borgo a Mozzano (Lucca, Toscana) dove poter attraversare il cosiddetto Ponte del Diavolo e Triora (Imperia, Liguria), qui ebbero luogo gli ultimi processi alle streghe durante il Rinascimento.

Halloween Italia
Il Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano (Lucca) la notte di Halloween

Se preferite passare la notte di Halloween a casa con un buon libro o un buon film, RCB vi consiglia la saga di Piccoli Brividi o la trilogia di Tim Burton composta da Frankenweenie, La Sposa Cadavere e The Nightmare Before Christmas.

RCB vi consiglia anche una playlist di canzoni da tenere in sottofondo durante la notte più spaventosa dell’anno, come ad esempio This is Halloween nella versione di Marilyn Manson

Halloween film
Locandina del film The Nightmare Before Christmas di Tim Burton

A cura di Samuele Alfano

Rispondi