I 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile

I 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile

Il 1° Aprile è conosciuto da molti Paesi del mondo come il giorno del Pesce d’Aprile. E’ tradizione realizzare scherzi di tutti i tipi, dai più semplici ai più elaborati, con il semplice scopo di burlarsi delle povere vittime.

Le origini di questa tradizione sono tutt’ora incerte, anche se la teoria più accreditata sembrerebbe derivare dalla Francia del XVII secolo.

Oggi gli scherzi possono essere davvero di tutti i tipi, ma quali sono i 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile? Andiamo a scoprirli insieme in ordine cronologico!

1 – Il lavaggio dei leoni bianchi

Torre di Londra
La Torre di Londra

Il primo dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile avviene a Londra nel 1860. Infatti, l’amministrazione cittadina inviò a tutti un invito a partecipare all’annuale cerimonia del lavaggio dei leoni bianchi presso la Torre di Londra. Nonostante non fosse mai avvenuto in precedenza nulla di tutto ciò, al mattino del 1° Aprile si radunarono migliaia di persone. «Cosa hanno trovato?» vi starete chiedendo. Beh, assolutamente niente!

2 – La guerra dei mondi

Guerra dei Mondi - alt

Per il secondo dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile ci spostiamo un po’ più avanti nel tempo. Siamo nel 1938, quando il celebre regista americano Orson Welles trasmise, in uno speciale programma radiofonico, La Guerra dei Mondi, una vera e propria radiocronaca dello sbarco dei marziani sulla Terra. Risultato: la popolazione ci cascò, tanto che andarono tutti in panico e i centralini della polizia vennero presi d’assalto.

3 – La pianta di Spaghetti

piante di spaghetti - alt

Protagonista di questa burla è la BBC, la quale ha preso parte più volte a scheri memorabili. Ma quello che rientra nella classifica dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile è sicuramente il documentario del 1957 sulla pianta di spaghetti in Svizzera. Il video mostrava una piantagione di piante di spaghetti a Sud della Svizzera, con tanto di contadini al lavoro. La gente iniziò addirittura a contattare l’emittente per sapere dove poter trovare i miracolosi semi della pianta. Ci dispiace per voi, ma purtroppo gli spaghetti non crescono sugli alberi… almeno per ora!

4 – Calze di nylon e tv a colori

TV a colori - alt

«Cosa c’entrano calze di nylon e tv a colori insieme?» vi chiedete voi? Sicuramente se lo saranno chiesto anche i proprietari dell’unico canale televisivo svedese del 1962. Sono proprio loro i protagonisti del 4° dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile. L’unico canale televisivo in Svezia in quegli anni trasmetteva solo in bianco e nero. Negli Stati Uniti, però, si parlava già di tv a colori. Ecco, allora, che i memorabili proprietari ingaggiarono un tecnico che espose, durante un telegiornale, un’incredibile scoperta: per avere la nuova tecnologia a colori sui propri apparecchi bastava mettere una calza di nylon sullo schermo. Ovviamente, il nuovo meccanismo si rivelò inutile per gli ignari telespettatori. Ma si può dire che non furono mai vendute cosi tante calze di nylon come in quel periodo. Che fosse solo una trovata di marketing di qualche azienda, questo non lo possiamo sapere.

5 – La morte del mostro di Loch Ness

mostro di loch ness - alt

Se il mostro di Loch Ness esiste o no sarete voi a deciderlo. Quello che interessa a noi è lo scherzo anonimo avvenuto nel 1972. Il 1° Aprile di quell’anno, infatti, i giornali di tutto il mondo diffusero la notizia del ritrovamento della carcassa del mostro di Loch Ness. In realtà era solamente il corpo di un elefante marino che era gettato per scherzo nel lago. Nessuno, però, si accorse di nulla e la carcassa fu esposta anche in uno zoo per qualche giorno, fino a quando gli autori della burla dissero la verità. Nella sua semplicità, lo scherzo ha raggiunto un importantissimo impatto mediatico ed è per questo che rientra nei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile

6 – L’ultimo album di Lucio Battisti

battisti - alt

Per gli amanti della musica e, in particolare, di Lucio Battisti, questo è sicuramente il più crudele dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile. Il 1° Aprile 1998 il giornalista Franco Zanetti pubblicò la notizia di un nuovo album di Lucio Battisti dal titolo L’Asola. Molti giornali illusero gli italiani pubblicando la notizia, che si rivelò, però, falsa. Il titolo dell’album, togliendo l’apostrofo, diventava La Sola (“il raggiro” in romanesco), mentre le prime lettere delle canzoni formavano proprio Pesce d’Aprile!

7 – I pinguini volanti

pinguini volanti - alt

Con questo scherzo la BBC entra per la seconda volta nella classifica dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile. Questa volta siamo nel 2008, quando la famosa compagnia radiotelevisiva britannica pubblica un documentario su una nuova razza di pinguini in grado di volare. Lo scherzo non durò molto però. Infatti venne dichiarato abbastanza in fretta che l’autore del documentario era un membro del gruppo comico britannico Monty Python.

8 – Youtube al contrario

youtube al contrario - alt
Il logo di Youtube come appariva nello scherzo del 2009

Eh sì! Anche Youtube rientra nei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile, dopo essersi preso beffa dei suoi utenti nel 2009! Il 1° Aprile di quell’anno tutte le pagine di Youtube si vedevano capovolte. Il tutto fu accompagnato anche da un bellissimo slogan:

“i monitor moderni offrono una migliore qualità di immagine quando vengono capovolti, un po’ come i materassi, che è consigliabile girare ogni sei mesi”

Naturalmente, come immaginerete, il giorno successivo tutto è tornato alla normalità.

9 – Google Voice

google voice -alt
Logo di Google Voice

Dopo Youtube, anche Google ha scelto di fare uno scherzo così memorabile da entrare nei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile. Nel 2010 il colosso dell’internet ha infatti lanciato la sua nuova applicazione chiamata Google Voice. Sfruttando il meccanismo di Google Translate, quest’app innovativa sarebbe stata anche in grado di tradurre i versi degli animali in tutte le lingue del mondo! Inutile aggiungere che questa funzione non è mai esistita! Oggi Google Voice esiste, ma con altre funzionalità

10 – Microsoft Braces

microsoft braces - alt

Ed eccoci all’ultimo dei 10 scherzi storici del Pesce d’Aprile, ma solo in ordine cronologico. La protagonista dello scherzo, in questo caso, è la nota azienda informatica Microsoft, che presentò una particolarissima invenzione: Microsoft Braces. In sostanza, un apparecchio per i denti fornito di bluetooth,Gps, fotocamera e traduttore simultaneo. Col senno di poi possiamo affermare l’impossibilità della cosa, ma nel 2014 la presentazione del prodotto invogliò grandi e piccoli a mettere l’apparecchio ai denti.

Chissà se altri scherzi futuri rimpiazzeranno quelli di questa classifica!

Se volete scoprire altre curiosità sulle feste (ad esempio sulla festa di San Patrizio) le tradizioni e le meraviglie del mondo ascoltate “Boarding pass, please“, live tutti i lunedì dalle 11 alle 12 e in replica Martedì dalle 20 alle 21 e Giovedì dalle 18:30 alle 19:30

Lascia un commento