Renato Pozzetto e la commedia italiana

Renato Pozzetto e la commedia italiana

In occasione degli 80 anni del grande attore e comico lombardo guardiamo questa Top 5 dei suoi migliori film. Attore troppo spesso sottovalutato e relegato a macchietta comica dall’opinione pubblica e dalla critica, è riuscito, a cavallo degli anni ’80, a rappresentare un paese intero, dal ricco al povero fino al campagnolo. Ecco a voi, quindi, il rapporto, esplicitato in 5 film, tra Renato Pozzetto e la commedia italiana.

Le Comiche

Villaggio e Pozzetto vestiti da aviatori in “Le Comiche”

Alcune delle situazioni comiche rappresentate risultano essere trite e ritrite, però non si può non sottolineare l’efficacia della coppia Villaggio – Pozzetto, sopratutto nel primo film della serie.

La Patata Bollente

Il Gandi e Claudio nell’appartamento dell’operaio.

Film che introduce nel linguaggio comico italiano il tema dell’omosessualità, forse per la prima volta non ridicolizzando a macchietta la tematica. Assieme a Massimo Ranieri ed Edwige Fenech, Pozzetto interpreta un operaio convintamente comunista e che capisce la chiusura del Partito verso le tematiche dell’intolleranza e della discriminazione sessuale. Assolutamente da recuperare.

Ricky e Barabba

Ricky e Barabba nella scena del ristorante chic.

La tematica del povero e del ricco come sfondo ad un road movie non è innovativa, soprattutto per il 1992, anno d’uscita di questo film diretto da Christian De Sica, co-protagonista della pellicola. Si tratta di un fil molto leggero, che scorre rapido tra le gag di questi due “pesi massimi” della commedia italiana.

Un povero ricco

L’ingegner Ronconi e Fosforo, il capo dei clochard milanesi, sulla terrazza del Duomo

Uno dei film con le gag più iconiche del nostro Renato, dalla forchettata fino alla rapina alla Standa. Ritroviamo la tematica della povertà della povertà e della ricchezza, forse veramente presente nella Milano degli anni ’80. Queste grandi contraddizioni portano alle disavventure dell’Ingegner Ronconi, che, si chiudono sempre con un grande lieto fine.

Il ragazzo di campagna

Artemio, precursore del trattore in tangenziale, crea traffico in zona San Babila

Al primo posto non poteva che esserci lui, il film capolavoro di Pozzetto e che ha segnato davvero la cinematografia italiana. Le avventure di Artemio, il quale parte dalla campagna per inserirsi nella metropoli tentacolare sono diventate parte integrante della comicità e della commedia italiana.

Questa era la classifica dei film del Grande Renato Pozzetto, a cui auguriamo buon compleanno per i suoi 80 anni. TAAAAAAC !!!!!

Per seguirci vi ricordiamo lo streaming sul sito di RCB, gli FM 101.7 e le nostre dirette Facebook, per guardare il dietro le quinte delle nostre trasmissioni. Per altri consigli di visione, invece, vi raccomandiamo i nostri articoli.

Lascia un commento